Kufstein

Perché organizzare un viaggio a Kufstein

Situata a nord dell’Austria, e più precisamente sul confine bavarese con la Germania, Kufstein sorge in Tirolo sulle rive del fiume Inn.

Diventata città nel XIV secolo per la sua posizione strategica sul fiume, è da sottolineare che nella zona era già presente una piccola comunità un secolo prima. Le montagne che circondano Kufstein e conquistano lo sguardo con la loro bellezza, offrono ai visitatori innumerevoli luoghi interessanti da visitare; non c’è dubbio, un viaggio in questa città può diventare per voi un’esperienza straordinaria.

Avete in programma di fare una vacanza a Kufstein? Se la risposta è si, vi consigliamo di dare un’occhiata ai nostri consigli, in modo da essere sicuri di includere nel vostro itinerario di viaggio tutte le mete principali di questa città.

La Fortezza di Kufstein è qualcosa da non perdere

La Fortezza di Kufstein è stata costruita con ogni probabilità alla fine del XII secolo, in quanto la struttura viene citata in alcuni testi risalenti al 1205. Essendo che l’edificio sorge su di una roccia alta più di 90 metri, tutti i visitatori che visitano la fortezza possono approfittare dell’incredibile panorama di tutta la città di Kufstein. La torre più imponente della fortezza, chiamata Kaiserturm, è stata costruita agli inizi del XVI secolo nel giro di 4 anni.

La fortezza veniva utilizzata come prigione, in cui venivano rinchiusi i prigionieri politici, i dissidenti e vari personaggi illustri che sono stati imprigionati per anni. Al giorno d’oggi ovviamente non c’è pericolo di essere imprigionati, tuttavia, rimarrete semplicemente “catturati” dal Museo della fortezza di Kufstein. Durante il corso dell’anno vengono organizzati diversi concerti, vi consigliamo di organizzarvi in modo da non perdervi l’organo di fama mondiale che è qui ospitato.

Un’altra cosa assolutamente da non perdere è il centro storico della città dove, nei numerosi vicoli pittoreschi, non riuscirete a fare a meno di scattare fotografie! La vostra visita sarà scandita da bellezze nascoste sorprendenti nonchè da tanto divertimento. Acquistate un dolcetto, qualche oggetto tipico, e non perdetevi il Römerhofgasse.

Una parte della città medievale è rimasta intatta

Una delle zone più affascinanti di Kufstein, assolutamente da non perdere, è Wasserbastei, situata nella parte nord del centro storico e più precisamente sulla sponda destra del fiume. Il quartiere presenta diversi giardini e aree verdi dove avrete la possibilità di vedere le vecchie mura. Di notte, l’illuminazione valorizza le pietre delle mura di fortificazione, rendendole ancora più affascinanti.

Visitando invece la parte meridionale della città, potrete ammirare il vecchio cancello Auracher Löchl. A tal proposito, dovete sapere che a Kufstein vi è un hotel che ha lo stesso nome della porta che vi potrà offrire un’esperienza meravigliosa grazie al suo stile tradizionale richiamante la Baviera austriaca, che lo rende unico. Non dovrete dar altro che portare con voi un paio di lederhosen (pantaloni di pelle tipici) e godervi il posto!

Se il tempo è discreto, allora non potete che visitare la Stadtplatz, piazza dove ha sede il municipio, un bellissimo edificio che domina l’ambiente. Potrete prendervi qualcosa da mangiare o un caffè seduti sotto l’ombrellone di un bar, godervi gli edifici colorati e le vie lastricate, nonché potrete ammirare i monumenti ed entrare nei negozi.

E le sorprese non finiscono qui: intorno a Kufstein vi sono montagne naturali che offrono panorami a dir poco mozzafiato. Il Kaiser è sicuramente il miglior esempio di questo, con le sue pareti calcaree che raggiungono 2.300 metri di altezza: se avete abbastanza coraggio, potrete salirvi, sciare e vivere una splendida vacanza!

La Chiesa di San Vito non è il tipico sito religioso europeo

In tutta Europa ci sono migliaia di siti da visitare, ma c’è da dire che molti di queste attrazioni turistiche offrono più o meno le medesime cose; non si può dire la stessa cosa della Chiesa di San Vito, un luogo interessante quanto originale. Nell’artichettura di questa struttura, in particolare, che ricordiamo ospita una serie di capolavori artistici tutti da guardare, vediamo mescolarsi lo stile neo-gotico e quello bavarese. Dalla chiesa avete una fantastica vista della fortezza, dunque vi consigliamo di scattare una bella foto!

All’interno della chiesa potrete ammirare le incredibili vetrate nonché il soffitto della cattedrale che è semplicemente qualcosa di impressionante. Attenzione che a forza di guardare in alto potrebbe venirvi mal di collo! La chiesa è stata costruita nel XIV secolo ed è stata trasformata in chiesa barocca nel XVII secolo, un passaggio che ha portato alcune variazioni di stile.

E’ risaputo che l’aria fresca di montagna mette l’appetito, quindi dopo aver visitato la chiesa più antica di Kufstein dovrete fare una sosta nella più antica cantina di vino della zona. La Batzenhausl esiste da oltre 530 anni ed ospita una miriade di curiosità che i proprietari hanno raccolto nel corso degli anni. Non perdetevi le palle di cannone del XVI secolo! Vi consigliamo di prenotare anticipatamente, in quanto il locale è molto richiesto, e ordinare il Salzburger Nockerl.

Siete pronti a partire oggi stesso per Kufstein?

Fare una vacanza a Kufstein significa vivere un’esperienza meravigliosamente interessante e divertente in quanto in ogni angolo della città c’è qualcosa di straordinario da scoprire e guardare. Si va dall’autentica cucina austriaca a quella fusion, dunque più moderna, in ristoranti come il Purlepaus, un ambiente che vi conquisterà.

Con il suo fascino antico e tutti i comfort moderni, a Kufstein non manca niente. E’ il luogo ideale in cui passare un weekend o un periodo più lungo, e dove vivere un soggiorno indimenticabile. Prendete nota dei nostri suggerimenti per il vostro itinerario di viaggio e la vostra vacanza in questa splendida città austriaca sarà qualcosa di unico!

Coblenza

Ecco perché dovreste fare un soggiorno in quel di Coblenza

Non sono molte le città in Germania che possono vantare più di 2.000 anni di storia, ed una di queste è la splendida Coblenza. La città, nata come base militare romana intorno all’anno 8 aC, ha celebrato i suoi 2000 anni nel 1992.

Il nome di questa città significa letteralmente “confluenza di fiumi”, un nome che richiama alla sua posizione, in quanto la città è situata all’incrocio tra il Reno e la Mosella. Con i suoi fantastici parchi ricchi di fiori, a Cobleza potrete ammirare la bellezza dei fiumi nonché una serie di luoghi affascinanti, che potrete esplorare a vostro piacimento.

Siete pronti ad ammirare le bellezze di Cobleza? A seguire potete consultare le mete principali da visitare nella città.

Il centro  storico la Alstadt, ricostruita dopoguerra, ha un fascino unico

I bombardamenti degli Alleati nel 1944 hanno distrutto molti dei centri storici di Coblenza, tra cui la Aldstadt. Anche se la maggior parte degli edifici sono stati costruiti del dopoguerra, all’estremità settentrionale della Löhrstrasse, che è la principale via commerciale della città, qui vi è una via pedonale tutta da esplorare. Vi consigliamo di raggiungere l’incrocio con Altengraben per ammirare la bellezza delle Quattro Torri.

Se desiderate visitare le aree più antiche della città, sopravvissute ai bombardamenti, dovrete andare nella zona della Basilica di San Castor. Questo sito religioso dallo stile romanico è stato costruito nel IX secolo ed è stato terminato nel 1208. Tuttavia i reperti archeologici mettono in evidenza che nella zona era presente un edificio religioso già nel I secolo. Per terminare il tour della zona, vi consigliamo di non perdervi il Kastorbrunnen.

Il monumento di Guglielmo I attira molti visitatori

Ciò che ha reso il monumento di Guglielmo I così famoso nel corso degli anni è il fatto che, dopo la seconda guerra mondiale, è stato dedicato al popolo tedesco, comprese le regioni della Germania orientale, ed ha così espresso un chiaro messaggio a favore dell’unificazione dello stato tedesco. E’ stata inclusa anche la città di Saarland, che ha votato per unirsi alla Germania dopo la creazione del monumento, ed è stata aggiunta dunque 4 anni dopo l’istallazione.

Per completare la vostra visita a Coblenza, potete scegliere tra diverse opzioni. Ad esempio potete optare per siti religiosi, come la Liebfrauenkirche, oppure per il castello del 1280 degli elettori di Treviri che comprende una pinacoteca comunale, o ancora il Castello di Lahneck che è aperto da aprile ad ottobre, costruito nel 1226, che la leggenda vuole sia l’ultimo luogo in cui i 12 Templari hanno rifiutato di sciogliere il loro ordine. Nelle vicinanze si trova anche un’area risalente all’Età del Bronzo.

Coblenza è una città unica che fonde l’antico con i comfort moderni in un modo fantastico. Se volete staccare la spina per un weekend o semplicemente volete esplorare un posto nuovo, Coblenza è ciò che fa per voi. Siamo sicuri che ne rimarrete colpiti!

Kalymnos

Perché bisognerebbe visitare Kalymnos

Kalymnos è un’isola di piccole dimensioni situata nel Mar Egeo, che è una delle più ricche di tutta la Grecia.

In passato la Repubblica di Venezia ha sfruttato quest’isola come base navale e la sua influenza, così come quella ottomana, si può notare ancora oggi. E’ uno dei pochi luoghi che non ha avuto a che fare con l’immigrazione turca che si è verificata durante il periodo ottomano, dunque oggi a dominare la cultura dell’isola è l’Ortodossia Greca. Nonostante questo, Kalymnos non fa completo affidamento sulla chiesa greco-ortodossa: l’economia si basa sulla produzione di spugne, che vengono  recuperate immergendosi in acqua, proprio come si faceva fin dai tempi di Omero e Aristotele.

Ma come mai bisognerebbe visitare almeno una volta Kalymnos? Perché avrete la possibilità di immergervi nella cultura greca antica e al contempo avere a disposizione tutti i comfort più moderni.

Il Monastero di Agios Savvas

Situato sulla cima di una collina sopra a Pothia, il monastero prende il nome dal santo patrono dell’isola. Con il suo tetto di tegole di un rosso intenso, non potrete non vederlo: un’escursione al monastero vi permetterà di godervi un meraviglioso panorama della stessa città di Kalymnos, del porto che si trova al di sotto, e del mare. Savvas è conosciuto soprattutto per le opere realizzate negli ultimi vent’anni della sua vita, compresi alcuni miracoli. Di recente è stato riconosciuto come santo della Chiesa ortodossa; all’interno delle mura del monastero potrete ammirare affreschi incredibili e murales che renderanno la passeggiata su per la collina oppure verso Pothia molto interessante.

La spiaggia di Emporios

A Kalymnos ci sono tantissime spiagge da sogno, ma la maggior parte di esse facendo parte di resort, sono molto affollate. Vi consigliamo dunque di optare per la spiaggia di Emporios, che vi permetterà di evitare la confusione turistica. In questo luogo naturalistico, che si trova a nord di Pothia, sono presenti poche strutture, il che lo rende un posto piuttosto tranquillo e perfetto per rilassarsi. Con la sua sabbia dorata e le acque cristalline, potrete godervi il sole, farvi una nuotata o fare snorkeling (in questo caso dovrete portare con voi l’occorrente). Se avete bisogno di staccare la spina e passare una giornata lontano da tutto, la spiaggia di Emporios è sicuramente il posto dove andare.

Isola di Telendos

Separata da Kaymnos a causa di un forte terremoto, l’isolotto di Telendos è visitabile tramite escursioni in barca. Non ci sono strade a Telendos ma un piccolo villaggio di pescatori tutto da esplorare. Vi consigliamo di portare con voi cibo e bevande! Inoltre, sull’isolotto vi è una fortezza medievale di San Costantino  e varie rovine assolutamente da non perdere.

Siete pronti a visitare Kalymnos?

L’isola di Kalymnos è un luogo molto singolare ed interessante, e questo è evidente fin da un primo sguardo dell’isola. Immergetevi nella cultura locale contemplando la storia e la tradizione: con le tantissime rovine da esplorare, i servizi e comfort moderni, e le spiagge dove potrete rilassarvi, c’è da dire che Kalymnos ha molto da offrire ad ogni turista. Ma perché si dovrebbe organizzare una vacanza proprio a Kalymnos? Perché ci si può rilassare, si possono fare delle escursioni e scoprire cose interessanti tutto in un solo soggiorno.

Karpathos

Ecco perché Karpathos andrebbe vista almeno una volta nella vita

Karpathos, una delle isole più estese del Dodecaneso, è situata in un’area remota del Mar Egeo. Grazie alla sua collocazione, l’isola presenta una serie di influenze interessanti che richiamano più alla tradizione italiana rispetto che a quella greca.

Con i suoi 10 paesi, il sole brilla sempre su quest’isola, che vanta delle temperature medie più calde di tutta la Grecia. L’isola, che nel tempo è sempre stata collegata con Rodi, è un’isola prevalentemente montuosa ricca di boschi, vigneti, e di avventura da vivere. Si pensa che il Iapetos sia stato il primo abitante di quest’isola.

State organizzando una vacanza a  Karpathos? Se il vostro programma di viaggio include quest’isola, a seguire troverete alcuni consigli utili per rendere la vostra visita un’esperienza indimenticabile.

Le spiagge di Karpathos sono mozzafiato

Uno dei punti di forza di Karpathos è la sua costa. Estesa per oltre 100 chilometri, la costa presenta diversi tipi di spiaggia che garantiscono, in qualsiasi punto dell’isola ci si trovi, di immergersi in contesti mozzafiato. Le spiagge orientali sono più incontaminate, e offrono ai visitatori varie possibilità di esplorazione, soprattutto per chi ama fare escursioni sulla sabbia o sulla roccia. Le spiagge occidentali sono più esposte e prevalentemente di sabbia, e sono molto affollate nei periodi in cui il vento è meno forte. Le spiagge del sud vantano di una splendida sabbia bianca molto fine, e sono luoghi perfetti in cui rilassarsi e prendere il sole. Infine, a nord di Karpathos, la maggior parte delle spiagge sono accessibili solo via mare, in barca.

Da non perdere è certamente la spiaggia Kato Latos, nella parte orientale dell’isola, che è raggiungibile solo a piedi: la spiaggia è meravigliosa ed incontaminata. Avrete tutto lo spazio che volete per voi stessi nonchè piscine d’acqua naturale da ammirare quando c’è bassa marea. Vi consigliamo di portare con voi  il vostro pranzo e passerete un pomeriggio memorabile!

Menetes Village è straordinariamente bello

Costruito nelle pendici di Karpathos, il Menetes Village è una delle località più caratteristiche di tutto l’arcipelago. Costruito a forma di anfiteatro sul fianco della collina, qui potrete ammirare le classiche pareti bianche e persiane blu caratteristiche della Grecia, che tanto amano i turisti. Vicoli stretti con balconi ricoperti di fiori, insieme alle foreste e alle scogliere che circondano il paese e che lo rendono il luogo ideale per fare una passeggiata: è senza dubbio un luogo da non perdere.

Mentre visitate il Menetes Village, non dimenticate di visitare la Chiesa dell ‘Assunzione della Vergine, che domina il paese con il suo fascino. Per questa visita vi consigliamo di indossare un paio di comode scarpe da trekking: all’interno del villaggio potrete ammirare tantissime bellezze nascoste nonché potrete assaggiare alcuni dei migliori prodotti gastronomici che abbiate mai assaggiato nella vostra vita.

Siete pronti ad esplorare Karpathos e ammirare tutte le sue bellezze? L’isola si distingue per il calore e l’ospitalità dei suoi abitanti, per le sue meravigliose spiagge, le tante possibilità di escursione, nonché per gli scorci di storia antica; quest’isola offre tutto ciò che si potrebbe desiderare quando si vuole staccare la spina da tutto, e fare una vacanza come si deve. Organizzate il vostro viaggio per Kapathos oggi!

Kassel

Perché organizzare un viaggio in quel di Kassel

Se siete degli amanti di tutto ciò che ha a che fare con castelli e parchi, allora Kassel è senza dubbio il luogo che fa al vostro caso.

Con i suoi interessantissimi musei, uno dei quali fa parte del patrimonio dell’umanità, la città presenta molti edifici risalenti agli anni Cinquanta, in quanto la maggior parte delle sue strutture è stata ricostruita proprio nel dopoguerra. La parte più viva di Kassel è senza dubbio il centro: indossate un paio di scarpe comode, portate con voi un po ‘d’acqua, e, approfittando di una bella giornata, preparatevi a  visitare questa splendida città!

Il Bergpark Wilhelmshohe è un posto meraviglioso in cui poter passare un favoloso pomeriggio

Troverete questo parco di circa 7 chilometri dal centro della città, proprio nel bel mezzo del parco naturale Hawk Forest. Si tratta di un parco barocco che prende il nome dal palazzo che è situato al suo interno. Potrete passare un pomeriggio lontano dal caos e camminare nei diversi sentieri che attraversano il bosco, fare un picnic, esplorare le grotte, ammirare le fontane e i castelli, e trovare dunque il modo perfetto per rilassarvi e distendere i nervi.

Da non perdere è inoltre il monumento di rame di Ercole, alto 8 metri, che vi lascerà sicuramente a bocca aperta. E’ stato costruito nei primi anni del XIIX secolo come dimostrazione del potere che Kassel ha esercitato nella regione. Dalla cima del monumento potrete godervi un meraviglioso panorama della zona in tutte le direzioni. Se non vi sentite di salire fino sulla cima, potrete approfittare delle diverse terrazze dalle quali avrete comunque un’ottima visuale. Vi consigliamo di visitare Wasserspiele il mercoledì, la domenica e nei giorni festivi nella stagione in cui l’acqua scorre ed arriva dalla parte superiore, vicino al monumento di Ercole.

Non perdetevi  il primo museo pubblico europeo a Kassel, che è stato fondato nel 1779. Il Museo Fridericianum nel XIX secolo ha ospitato una delle più grandi collezioni al mondo di orologi, ed oggi organizza mostre d’arte molto frequentate.

Che ne dite di un ristorante a conduzione famigliare attivo dal 1888?

Una visita a Kassel merita una sosta al Lohmann. Questo ristorante, che è molto di più di un semplice pub, è attivo dal XIX secolo. Quando il tempo è bello, potrete sedervi nel giardino del locale che è ombreggiato da aceri e betulle e assaporare il profumo del barbecue all’aperto. Vi consigliamo di assaggiare le sfiziosissime cotolette di maiale, una ricetta perfezionata negli anni fino a diventare una vera e propria prelibatezza.

Vi consigliamo infine di fare un pranzetto da Sante, o al Gourmet. Entrambi si trovano all’interno dell’hotel Zum Steinernen Schweinchen e offrono una vasta gamma di piatti.

Se avete in programma una visita a Kassel nel prossimo futuro, allora la vostra vacanza sarà senza dubbio fantastica! Aggiungete i nostri consigli al vostro itinerario di viaggio e il vostro soggiorno in questa città dal gusto classico sarà indimenticabile.

Kaunas

Perché bisognerebbe vedere almeno una volta nella vita la città di Kaunas

Kaunas, che è la seconda città più importante della Lituania, nei secoli ha avuto molto influenza sulla cultura del paese. E’ conosciuta anche con il nome “Kovno”, in quanto si chiamava così prima che la Lituania riconquistasse l’indipendenza. Nonostante c’è chi sostiene che sia stata fondata dai Romani intorno al 200 aC, le prime testimonianze scritte riguardanti la città sono risalenti alla metà del XIV secolo. Kaunas ha impiegato circa 700 anni per sviluppare una sua cultura e una realtà accademica, che oggi rappresentano un’attrazione importante della città. Ma perché bisognerebbe visitare Kaunas almeno una volta nella vita? Perché ha tanto da offrire!

Amate i monumenti? Allora visitate il Ninth Fort

Durante la seconda guerra mondiale la Lituania è stata occupata dalle forze sovietiche e ancora oggi sono presenti diversi fortini, bunker, e altri monumenti del periodo sparsi per tutto il paese. Uno dei forti più singolari ed interessanti da visitare di Kaunas si chiama Ninth Fort. Con le sue carte da parati, gli uffici e le caserme che sono stati ristrutturati e riportati alla loro natura originaria, qui potrete immergervi nell’atmosfera di un tempo e vedere com’era vivere durante la guerra. Potrete inoltre ammirare i monumenti e il fantastico panorama perfetto per ogni fotografo apassionato. Se amate la storia il Ninth Fort è esattamente ciò che fa per voi.

Non perdetevi la Città Vecchia

Facente parte del patrimonio dall’Unesco, fare una visita al centro storico di Kaunas è come fare un tuffo nel Medioevo. Se siete degli appassionati di architettura potrete ammirare le cattedrali e gli edifici storici completamente ripristinati e approfittare dei servizi e dei negozi che si trovano nell’area. La piazza della Città Vecchia è il luogo perfetto per ogni fotografo, e quando c’è freddo, potrete assaporare uno sfizioso piatto di patate e una zuppa di barbabietole al rinomato ristorante Laisves Avenue. Con i festival organizzati durante l’arco di tutto l’anno e la vita locale sempre vivace, in questa città in cui il divertimento non manca mai vivrete un’esperienza senza dubbio unica.

Passate qualche ora all’Akropolis

Nonostante durante il soggiorno in una città storica non si penserebbe di certo di passare una giornata in un supermercato, sono tantissimi i visitatori che decidono di spensierarsi per un paio d’ore al Akropolis. Potrete acquistare souvenir a prezzi ragionevoli, approfittare di tutte le modernità, fare shopping, mangiare, e rilassarvi per un pò. Soprattutto se organizzate la vostra vacanza a Kaunas in estate, quando le temperature sono elevate, questa può essere un’ottima soluzione.

Siete pronti a organizzare il vostro soggiorno a Kaunas?

Sia che visitiate Kaunas per fare shopping, per immergervi nella storia, per le specialità gastronomiche o più semplicemente per staccare la spina, in questa meravigliosa meravigliosa potrete trovare tutto ciò di cui avete bisogno. Tutti i turisti che visitano Kaunas tornano decine di volte, in quanto hanno la possibilità di rilassarsi, ammirare dei reperti storici, e ricaricarsi. Ma perché, dunque, le persone dovrebbero visitare Kaunas almeno una volta nella loro vita? Perché questa città fa innamorare!

Klagenfurt

Alcuni buoni motivi per visitare Klagenfurt

Nonostante il numero esiguo di residenti, pari a 90 mila, Klagenfurt è una delle più importanti città dell’Austria, che è situata nella parte meridionale del paese, proprio lungo il confine, sulle sponde del lago Worthersee e del fiume Glan.

Questo scenario offre ai visitatori la possibilità di fare varie escursioni naturalistiche, come ad esempio andare sul lago o più semplicemente fare una passeggiata al tramonto. Intorno alla città ci sono delle splendide colline, così come all’interno di Klagenfurt ci sono delle bellezze nascoste tutte da guardare.

State organizzando una vacanza in questa città? Se desiderate passare un po’ di tempo in un posto in cui il sole brilla sempre Klagenfurt è senza dubbio il posto adatto a voi.

Chi non ama una bella tastiera?

Klagenfurt è una città eccentrica, dove ci si può divertire facilmente. Uno dei posti migliori dove svagarsi è sicuramente il Museo Eboard, che ospita più di 1.000 tastiere musicali. Durante la vostra visita in questa struttura potrete provarle ed ammirare gli strumenti più rari. Il migliore? Probabilmente il Modello A Hammond risalente al 1934. E’ previsto il pagamento dell’ingresso, e al venerdì sera sono organizzati piacevoli concerti di musica dal vivo.

Se volete passare un pomeriggio all’aria aperta, senza tuttavia lasciare la città, potrete approfittare dei piccoli giardini botanici. Si tratta di un percorso religioso, con varie fermate, che vi permetterà di ammirare una serie di mosaici, stagni e una cascata. E’ sempre il momento giusto per fare un bagno nel Worthersee che è alimentato da sorgenti termali, un posto perfetto dove rilassarsi tra l’acqua corrente. Ma se preferite fare un po’ di sport, allora potrete approfittare del percorso per biciclette che si estende per 50 km e vi porterà tutto intorno al lago.

Non si può sbagliare con la cucina locale!

Se non vedete l’ora di sperimentare l’autentica cucina austriaca, uno dei migliori ristoranti dove consumare una cenetta è il Maria Loretto. Si trova sui promontori del lago come il Strandbad, un altro locale molto gettonato. Il menù offre una vasta scelta di piatti tradizionali, tra i quali vi consigliamo di assaggiare la trota, soprattutto se è fresca di giornata. Non dovrete fare altro che sedervi ad un tavolino, bere un drink, e godervi l’atmosfera informale che si respira.

Per specialità davvero prelibate vi consigliamo la Dolce Vita. La zona ha una forte influenza italiana, che andrete a ritrovare negli stessi piatti del locale, che propone un menù stagionale con specialità esclusivamente fatti in casa con ingredienti locali. E’ un po’ caro, ma ne varrà la pena!

State organizzando un soggiorno a Klagenfurt? Tenete conto dei nostri consigli e vivrete un’esperienza indimenticabile!

Valona

Valona, una città tutta da esplorare

Valona o Vlora in albanese, città molto conosciuta per il suo bagaglio storico, è situata lungo la costa dell’Albania. In questo centro urbano, che per un breve periodo è stato Capitale ed ha radici storiche che risalgono al VI secolo aC (quando era una colonia greca), nel 1912 è stata firmata la Dichiarazione d’Indipendenza. Abitata da circa 26 secoli, Valona è una delle città più antiche visitabili al giorno d’oggi.

Ciò che rende unica Valona è il fatto che è circondata da una meravigliosa area verde, nel particolare da numerosi uliveti e splendidi giardini. A pochi chilometri dalla città ci sono boschi di querce che, al fascino storico, aggiungono quello naturalistico. La città, che in passato ha vissuto periodi alternati di pace e scontri, oggi è una località calorosa ed accogliente.

Se avete in programma di organizzare un viaggio in quel di Valona, a seguire potete consultare alcuni utili suggerimenti che renderanno il vostro viaggio ancora più incredibile.

Qual’è il modo migliore per ammirare le sponde assolate di Valona?

A Valona, che si trova esattamente dove il mare Adriatico incontra il mar Ionio, potrete godervi bellissime giornate di sole. Potrete approfittare del bel tempo per visitare il Sheshi i Flamurit, o Piazza della Bandiera. Qui il Monumento all’Indipendenza si innalza fiero, con il suo portabandiera con l’aquila a due teste. Si tratta di un bellissimo posto a cui fare visita, tuttavia attenzione al tempo atmosferico: potrebbe esserci particolarmente ventilato oppure, a seconda della stagione, particolarmente caldo; è consigliato scegliere un look adeguato.

Essendo che l’indipendenza è il simbolo di Valona, non potrete che fare una sosta al Museo Nazionale dell’Indipendenza. L’edificio, che si trova nella zona del porto, un tempo era sede del governo albanese che, per quanto abbia durato poco, è ricordato per quello che ha fatto. E’ doveroso dire che per entrare è previsto un biglietto d’ingresso e che la struttura è chiusa di lunedì.

In una giornata piovosa o particolarmente fredda, la cosa giusta da fare è una visita al Museo Storico, che si trova appena fuori della piazza principale. L’edificio è stato recentemente rinnovato per rendere l’esperienza di visita ancora migliore. Potrete ammirare tantissimi reperti romani e risalenti all’età del bronzo. Essendo che la struttura è aperta solamente dalle 8 alle 14 solo il martedì e il giovedì (anche nel periodo estivo), non è detto che si riesca a vedere tutti i resti archeologici.

Un bel pasto all’aperto è la cosa migliore da fare!

Quando la fame si inizia a far sentire, il ristorante migliore di Valona in cui dirigersi è senza dubbio il Piceri Amantia. Il menù offre diversi tipi di pizza, ed altri piatti della tradizione italiana con un tocco albanese, che potrete gustarvi in un ambiente accogliente. Vi consigliamo di optare per due pizze piccole, che conquisteranno il vostro palato ad ogni morso con il loro meraviglioso sapore.

I frutti di mare sono un piatto tipico di Valona, che con il mare a portata di mano, ha una vasta disponibilità di pesce fresco. Quasi tutti i ristoranti basano la loro cucina sulle specialità di pesce, come ad esempio il Pulebardha, uno dei migliori locali di Valona. Il pesce fresco e gli antipasti renderanno il vostro pranzetto unico; potrete accompagnare le pietanze con qualche calice di buon chardonnay.

Cosa ne dite di vivere una bella avventura mentre vi trovate in quel di Valona?

Uno splendido luogo da visitare appena fuori città è il Castello di Kanin.

Le rovine del castello, con i vari cancelli e porte ancora integri, vi lasceranno a bocca aperta. E non solo: da qui potrete ammirare un panorama più unico che raro, che potrete fotografare ottenendo immagini meravigliose soprattutto al tramonto. I piccoli negozietti e i ristoranti vi faranno rilassare.

Il Monastero Zvernec è un altro modo di vivere una meravigliosa giornata. Una passerella espansiva è stata costruita sopra l’acqua per permettere l’accesso al monastero e all’isola su cui si trova, una piccola meraviglia tutta da esplorare. Non ci sono molte spiagge ma in compenso la foresta rigogliosa vi conquisterà: attenzione tuttavia agli orari di apertura in modo da potervi organizzare di conseguenza.

Una volta arrivati a Valona, non potete che godervi il lungomare. Potrete scegliere di noleggiare una barca e andare al largo dove passare un pomeriggio di relax, oppure se preferite l’avventura, potrete optare di fare un giro con un pescatore locale e passare momenti indimenticabili. La vista di Valona dall’acqua è qualcosa di fantastico, qualcosa di diverso rispetto al panorama dall’alto ma pur sempre bellissimo.

Siete pronti ad esplorare Valona?

Per quanto questa bellissima città albanese non offre alcuni dei comfort moderni che una località balneare potrebbe proporre, si tratta comunque di una meta turistica speciale. C’è sempre qualcosa di nuovo da fare, qualcosa di interessante da vedere, o un luogo diverso da esplorare. Dalla riva alle alte vette, godetevi la vostra vacanza in questa località e non rimarrete delusi!

Wolfsburg

Alcuni validi motivi per organizzare un soggiorno a Wolfsburg

Situata nella regione della Bassa Sassonia e più precisamente sulle rive del fiume Aller, Wolfsburg è una delle città più ricche della Germania grazie alla sua fiorente industria automobilistica.

Ad Wolfsburg è nata la Volkswagen, che ha in questa zona la fabbrica di automobili più grande al mondo. Una delle prime tappe da fare una volta arrivati in città è senza dubbio l’Autostadt, che si trova proprio accanto allo stabilimento di auto, e che organizza interessanti mostre sul commercio automobilistico locale. Mentre i clienti ritirano le loro auto nuove, potrete effettuare una visita organizzata dell’azienda.

Tuttavia il vostro viaggio a Wolfsburg non deve basarsi solo ed esclusivamente sul settore automobilistico, che ha dato modo a questo centro urbano di svilupparsi ed arricchirsi. Se avete in programma di volare in questa splendida città per un breve soggiorno, a seguire potrete consultare alcuni suggerimenti riguardo alle attrazioni più importanti da non perdere.

Wolfsburg ospita tantissimi castelli storici

Un lato interessante di questa città è senza dubbio la sua influenza storica sulla regione. Infatti, nelle vicinanze di Wolfsburg trovere una serie di castelli che sono stati costruiti in passato intorno alla città con l’intento di proteggere gli interessi locali. Uno degli edifici in questo senso più belli è il castello di Wolfsburg, un castello rinascimentale dei Weser che risale al XIII secolo ed ancora oggi è un importante punto di riferimento. Costruito nel 1302, il castello ospita due musei d’arte ed è inoltre sede del Museo Stadt.

Se amate i castelli medioevali, allora non potete perdervi il Burg Neuhaus. Con il suo fossato che circonda tutta la struttura, il castello del XIV secolo è di proprietà del governo dal 1981.

L’ultima tappa consigliata del tour tra i castelli di Wolfsburg è il Schloss Fallersleben, la cui costruzione è stata portata a termine nel 1551. All’interno troverete un museo, un lago, una chiesa antica dedicata a San Michele. nonché una vecchia fabbrica di birra ancora in funzione. Il museo è dedicato alla letteratura tedesca e alla democrazia del XIX secolo; potrete inoltre ammirare gli scavi storici coperti da un vetro di protezione.

Tanti i musei della città da visitare

Wolfsburg è considerata da molti una città di affari, ma in realtà offre una serie di musei interessanti che vale la pena di visitare durante il vostro soggiorno. Uno dei più belli è senza dubbio il Phaeno, che ospita mostre scientifiche e dedicate alla fisica. All’interno di questo magnifico edificio di vetro e cemento potrete ammirare più di 300 oggetti interattivi adatti a tutta la famiglia, senza dimenticarsi dell’Autostadt.

Quindi cosa fare d’interessante in questa famosa località? L’Autostadt propone anche un planetario, una stazione sci d’acqua, e un museo d’arte privata dedicata all’arte moderna, ovvero il Museum Kunst aperto nel 1994 che presenta le opere di Fernand Leger. Le mostre d’arte moderna includono video, fotografia, e anche la pittura su scultura.

E’ doveroso ricordare che il Wolfsburg ha solo mezzo secolo di vita, e conserva I resti delle tenute esistenti prima che la Volkswagen iniziasse a costruire la città e che iniziasse la crescita industriale. Infine il Museo Hoffman prende in esame la storia della regione, non solo la città, e racconta dell’uomo che ha scritto il testo dell’inno nazionale tedesco. Lo troverete al Fallersleben.

Cercate un po’ di divertimento a Wolfsburg?

Una città che è ricca è una città che offre tantissimi ottimi locali in cui mangiare. Ad esempio quando entrerete nella piccola Vini D’Italia Marrone, capirete subito di aver trovato ciò che desideravate. Questo minuscolo locale italiano che da fuori potrebbe sembrare una semplice enoteca, in realtà è un ristorante delizioso. Potrete gustarvi antipasti ed insalate a qualsiasi orario, nonché tutte le specialità del prelibato menù. Tutti i giorni sono disponibili nuove promozioni, tuttavia se decidete di mangiare qui a cena tenete conto che il locale chiude alle 20:00.

Una visita in Germania non si può dire tale se non si fa una visita ad una birreria storica tedesca. Quindi è d’obbligo andare al Altes Brauhaus di Wolfsburg, che si trova vicino al Fallersleben. La birra è a dir poco fantastica, le porzioni sono molto abbondanti e potrete mangiare tantissimi crauti. Che dire, a questo punto l’esperienza in questa città non potrà che essere unica!

Un altro posto perfetto per svagarsi è il Aalto Bistro, che è parte dell’esperienza Culture House. L’ambiente è rilassato e il menù offre diversi piatti di pasta e pesce. Se il tempo è bello, potrete cenare all’aperto e ammirare esternamente il museo d’arte. Le pizze sono deliziose, le insalate sono gustosissime ed i prezzi sono migliori di quanto ci si aspetti.

Siete pronti a visitare Wolfsburg?

Se volete vivere l’esperienza di essere trasportati su di una torre alta 46 metri, comprare una nuova auto o ammirare musei dedicati alla scienza moderna, Wolfsburg ha molto da offrirvi. Dalle moderne meraviglie della Autostadt alle antiche bellezze dei castelli, c’è sempre qualcosa di nuovo da vedere o fare in questa città. E’ proprio per questo che organizzare un viaggio in questo luogo è un’ottima idea!

Tenete in considerazione questi suggerimenti per pianificare il vostro viaggio e Wolfsburg diventerà una meta che desiderete rivedere più e più volte.

Zamosc

Ecco perché non dovreste perdervi Zamosc

A primo impatto Zamosc potrebbe sembrare una qualsiasi città dell’Europa orientale, ma in realtà, con le sue piazze enormi su cui si affacciano gli antichi edifici barocchi, le case colorate e i negozi, avrete la possibilità vivere un’esperienza meravigliosa.

Potrete prendervi un bel caffè in uno dei numerosi locali e camminare per le strade della città: durante il vostro soggiorno in quel di Zamosc avrete modo di capire quanto questo centro urbano ha da offrirvi. Una città ricca di attrazioni artistiche che ha combattuto duramente per ottenere l’indipendenza durante l’occupazione nazista, e che merita assolutamente una visita.

Se avete in programma di organizzare un soggiorno in questa città, allora siete arrivati nel posto giusto! A seguire potete consultare un breve resoconto che vi aiuterà a pianificare alcune delle tappe della vostra vacanza. Immersi nel fascino di Zamosc, non potrete che rimanere continuamente sorpresi da questa incredibile città rinascimentale!

La prima cosa da vedere una volta arrivati a Zamosc è la città vecchia

Rispetto ad altre città europee, Zamosc è piuttosto giovane, in quanto è stata fondata nel XVI secolo, quando si pensò di realizzare una rotta commerciale intermedia per collegare l’Europa al Mar Nero. Costruita in base alle teorie di costruzione italiane, oggi la città conserva ancora quasi la totalità delle sue strutture e fortificazioni originali. E in questo senso, ci sono una serie di strutture, infatti, che vi faranno sentire come se foste in Italia!

Proprio per i suoi edifici più unici che rari, la città vecchia nel 1992 è stata inserita nel Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO.

Sono tantissimi i luoghi da visitare, ma la Chiesa dei Francescani è senza dubbio la prima cosa che va vista. Si tratta di una struttura antica e massiccia, il cui esterno non presenta la maestosità che si trova invece al suo interno. Vi consigliamo di dedicare un po’ di tempo a questa visita, che sarà tranquilla e silenziosa.

Un’altra location intrigante da menzionare all’interno della Città Vecchia di Zamosc è il museo della città. Potrete ammirare la mostra sulla storia di questa comunità nata nel XVI secolo ed andare indietro nel tempo e vedere com’era la vita locale quando la comunità fu fondata. Nella collezione permanente troverete alcuni reperti storici e anche il progetto della piazza che vi mostrerà com’erano disposti un tempo gli edifici.

Una tappa da non trascurare della Città Vecchia è senza dubbio la sinagoga rinascimentale costruita nei primi anni del XVIII secolo. Una delle due stanze laterali è stata distrutta durante l’occupazione nazista e l’interno è stato spogliato dei suoi accessori, ma il progetto di restauro sta andando avanti al meglio e il significato storico di questo edificio è unico.

Ogni città ha un Irish Pub, vero?

Un posto perfetto dove passare una serata a Zamosc è sicuramente il Corner Pub, ancora più accogliente di un classico irish pub, che vi regalerà una splendida esperienza. In questo locale che propone regolarmente musica dal vivo e che si trova nel centro storico, dunque vicino alle principali attrazioni della città, potrete godervi una buona pinta di birra e alcuni dei più conosciuti piatti irlandesi.

Se amate l’atmosfera del pub ma preferite un menu più tradizionale, allora ciò che fa per voi è il Bohema. Si tratta di un bar sotterraneo che propone musica dal vivo, dove potrete gustare ottimi pancake a colazione e dunque iniziare al meglio la vostra giornata di esplorazione. Se vi fermate al Bohema invece di pomeriggio o sera, vi consigliamo di assaggiare il loro peperoncino e una tazza di cioccolata calda!

Se invece preferite optare per qualche sostanzioso piatto polacco, allora dovete assolutamente assaggiare il goulash del Muzelana. Si tratta di un ristorante molto frequentato dai turisti e un po’ caro, ma quando ci si trova a Zamosc non si può che provarlo almeno una volta.

Cos’altro ha da offire Zamosc?

Zamosc è una delle poche città che vanta ancora il suo campanile originale, anche se quello che vedrete è stato costruito nel XVIII secolo, dopo che un incendio ha distrutto il primo campanile della città. L’edificio ha tre campane e la più grande, chiamata “Jan”, pesa 4.300 kg. Se volete salire sulla torre, ricordate che va chiesto il permesso al Museo sacrale.

Anche il Museo Sacrale è  sicuramente da vedere. Perché? Perché avrete la possibilità di ammirare la ricca collezione di arte sacra realizzata nel corso degli anni da parte della chiesa locale. Se preferite qualcosa di diverso, al Museo Arsenal potrete invece vedere svariati oggetti militari, tra cui cannoni, moschetti e spade, nonché una delle interessanti mostre temporanee che vengono continuamente organizzate all’interno di questo museo.

Non può mancare una sosta finale al Duomo Zamosc, che vi incanterà con le sue influenze ortodosse. Inizialmente progettato per essere il luogo di un ex voto per le numerose vittorie della regione, gli elementi votivi sono stati rimossi nel XIX secolo e ora ne rimangono solamente le decorazioni, tra cui 85 rosoni con ognuno un pattern diverso dall’altro.

Che cosa troverete a Zamosc?

Ricca di sorprese e con una meravigliosa atmosfera che richiama alla tradizione polacca, questa splendida città è una meraviglia storica tutta da visitare. Vagando per le sue vie non solo rimarrete stupiti dagli edifici di Zamosc conservati nel tempo, ma potrete vivere anche le sue sfumature più moderne. Con il suo fascino, Zamosc vi aiuterà a ri-scoprire la vostra bellezza interiore facendovi vivere un’esperienza unica.